La storia di Teresa Iervolino

Teresa Iervolino , grande stella nascente della lirica nel panorama mondiale, nasce a Bracciano (Roma) il 14 Maggio 1989 e già da bambina dimostra interesse per la musica cosi che all’età di 8 anni inizia a studiare pianoforte.

Successivamente attratta dall’opera decide di dedicarsi al canto lirico, continuando parallelamente lo studio del pianoforte e affiancando quello della composizione.

Nel 2011 consegue il diploma di canto con il massimo dei voti e lode.

Nel 2012 vince il 63° concorso per Giovani cantanti lirici d’Europa 2012 ASLICO, al quale susseguono altre tante vittorie a concorsi di alto rilievo internazionale come il Concorso Maria Caniglia, il Concorso Premio Etta Limiti, etc.

Nel 2012 inizia cosi la sua scalata ai maggiori teatri e festival lirici italiani e internazionali, facendo il suo debutto al Teatro Filarmonico di Verona nel Pulcinella di Stravinskyj. Nello stesso anno debutta il ruolo di Isabella nell’Italiana in Algeri al Ravenna Festival, ruolo successivamente interpretato anche al Massimo di Palermo e all’Opera Lorraine di Nancy.

Nel 2013 debutta Tancredi, uno dei suoi cavalli di battaglia ,nel Circuito Lombardo  e nello stesso anno , oltre ad altri impegni, fa anche il suo debutto nel famoso Festival di Spoleto come  Fidalma nel Matrimonio Segreto di Cimarosa.

Nel 2014 arriva il suo doppio debutto all’Opera di Roma, come Calbo in Maometto II di Rossini, susseguendo il suo trionfo allo Chatelet di Parigi come protagonista nella Pietra del Paragone di Rossini e il suo debutto al San Carlo di Napoli nel Pulcinella di Stravinskyj. Nel 2014 importantissimo è il suo debutto come Rosina nel Barbiere di Siviglia, al Festival di Caracalla dell’Opera di Roma, ruolo che interpreterà ancora tante volte, nello stesso Teatro dell’Opera di Roma e con il quale farà il suo debutto allo Sächsische Staatsoper di Dresden nel 2016.

Nel 2015 debutta nella Gazza ladra nel rinomato Rossini Opera Festival nel ruolo di Lucia, ruolo con il quale fa il suo ingresso alla Scala di Milano nel 2017. Susseguono a questi i suoi debutti al Duch National Opera di Amsterdam, la Fenice di Venezia, all’Opera Frankfurt, interpretando sempre ruoli di protagonista.

Nel 2016 debutta il ruolo titolo nella  Cenerentola di Rossini al Teatro Regio di Torino, riscuotendo un grandissimo successo che la porterà cosi ad interpretare questo ruolo in vari teatri italiani e internazionali, e a fare il suo ingresso da protagonista all’Opera de Paris nel 2017.

Nel 2017 da ricordare il suo debutto come Maffio Orsini nella Lucrezia Borgia di Donizetti, ruolo già interpretato piu’ volte come alla ABAO di Bilbao, al Salzburger Festspiele, ruolo con il quale nella primavera del 2018 fa il suo debutto anche al Bayerische Staatsoper di Munich.

Da ricordare anche la sua incisione come Rosmira nella Partenope di Handel per la Warner Classic Erato con l’Orchestra del Pomo D’Oro, a fianco di grandi cantanti del repertorio Barocco come Philippe Jaroussky e Karina Gauvin.

Tutto questo sempre diretta da grandi direttori come Roberto Abbado, Alberto Zedda, Jean-Christophe Spinosi, Ivor Bolton, Donato Renzetti, Rinaldo Alessandrini, Marc Minkowsky ,Ottavio Dantone, Riccardo Chally, Daniel Harding, Marco Armiliato, Daniel Oren.

Il mezzosoprano irpino continua tutt’oggi la sua ascesa verso una carriera di alto prestigio, infatti, tra i suoi trionfi recenti troviamo il suo Rinaldo al Festival della Valle D’Itria, il suo trionfo già avuto con Lucrezia Borgia , con la Cenerentola al Bayerische Staatsoper, il suo acclamato Arsace al Teatro La Fenice nella Semiramide di Rossini, il suo ritorno sempre come protagonista nella Juditha Triumphans di Vivaldi al Duch National Opera di Amsterdam e il suo debutto come Diana nella Calisto di Cavalli al Teatro Real di Madrid.

Prossimamente Nabucco in Arena di Verona e al Bayerische Staatsoper, Rinaldo alla Fenice di Venezia, Maometto II al Teatro San Carlo di  Napoli, Semiramide a Tolosa e Partenope al Teatro Real De Madrid.