“Il mezzosoprano Teresa Iervolino, a soli trent’anni, è già un punto di riferimento per gli appassionati di Belcanto, applaudita da Pesaro a Salisburgo. In occasione del debutto come Andromaca in Ermione, ci racconta i pilastri del suo repertorio e le prospettive future, il rapporto con la sua voce e i suoi personaggi, con i colleghi e con la vita fuori dalle scene.”

“Teresa Iervolino had no such problems. Her Andromaca was well played and sung, to the point that she became the centre of the action. She added a dark tone quality to her voice which really worked in terms of the role she was playing, a dignified and morally upright Andromaca”

“La dedizione che si ha e lo studio, l’allenamento, è tutto ciò che fa tornare in equilibrio la bilancia, il piacere di essere lì su quelle tavole di legno a donare qualcosa che solo pochi possono offrire è un onore e una cosa concessa dal divino, ed ecco che tutto può diventare un gioco, come dice Cenerentola, e un sogno che si avvera.”

“Teresa Iervolino è una splendida Ernestina che tenta di mascherare le origini campagnole attraverso una passione, vera o millantata, per la filosofia e l’utilizzo di un linguaggio parodisticamente aulico e ricco di circonlocuzioni. Trascinante è la comunicativa che ben si esprime attraverso una espressività maliziosa, ottime le agilità, curassimo il legato.”

“E qui andrà lodata la prova estremamente convincente di Teresa Iervolino, che disegna con un mezzo vocale duttile e dai colori seducenti un Arsace di temperamento ma incrinato nell’aura eroica dai colpi di un destino inclemente.”

“Non si vedrà un Rinaldo soltanto eroe, guerriero, pieno di sé forte, no, vedremo anzi un eroe che improvvisamente quasi smarrisce il senno…”

“Il mezzosoprano Teresa Iervolino, anzitutto, al suo debutto nel ruolo, ha offerto un’interpretazione memorabile per intensità d’accento, bellezza di voce e solidità tecnica.. La Iervolino non solo vanta una voce ragguardevole per volume e colore brunito, da autentico mezzosoprano, omogenea, estesa, ma la utilizza anche con estrema proprietà stilistica e giustezza d’accento. Per di più, risulta scenicamente disinvolta e credibile.”

“Di Cenerentola, Teresa Iervolino ha il timbro scuro, da mezzocontralto, e le agilità mordenti. Inoltre va in crescendo e dà il meglio nel rondò, che sta all’opera come i fuochi d’artificio alla fine della festa.”

“J’aime les personnages héroïques qui transmettent des valeurs”.

“Teresa Iervolino, reduce dal successo della Lucrezia Borgiaal Festival di Salisburgo, è protagonista della nostra rubrica Special Guest e ci parla di un ruolo a lei molto caro: Maffio Orsini.”

“Una soberbia Teresa Iervolino, quizás una de las cantantes italianas de más quilates en el panorama actual y a la que ya tuvimos ocasión de ver en Salzburg vistiendo estos mismos paños. Resolutiva en escena, la mezzo romana posee un instrumento completo en todo su registro, regular, firme y al mismo tiempo cálido, tan repleto de virtudes que estamos seguros de que deparará muchas tardes de gloria y ovaciones como las que recogió en Múnich.”